Chi sono/ Cine sunt

La mia foto

Io ricamo a mano libera con una semplice macchina da cucire. muovendo liberamente il telaio con le mie mani - quindi non è un ricamo automatico (anche perché NON è una macchina ricamatrice!!) . Questa tecnica viene nominata anche "a mano-macchina"; richiede molta manualità, concentrazione e pazienza ma sono una vera soddisfazione!  Si usa il punto dritto, NO zig-zag! 

E' una tecnica oggi poco conosciuta però già emersa nei tempi delle primissime macchine da cucire a pedali (io infatti ho iniziato con una macchina a pedali nel 1988) , si è persa nel tempo questa antica arte e oggi sta rinascendo insieme ad altri dimenticati mestieri di artigianato. Amo l'artigianato, l'handmade, tutto quello che le mani e la mente crea! Un po' cucio anche, ma il ricamo è la mia passione. 

 Mi trovate anche su Facebook sulla mia pagina, oppure sul mio blog "Perle di Ricamo" http://perlediricamo.blogspot.it/  )

 Le foto, i lavori e i post sono di mia proprietà.   Elena Lacusta. 



 


14 luglio 2014

Abbigliamento personalizzato con ricamo


Non sono sparita!
 Ogni tanto trascuro il blog perché i miei ricami procedono lentamente. 
Ma sono soddisfatta. 
Fra la casa e le faccende, fra cucinare (che adoro) e spesa.... che spesso mi tolgono la voglia di sedermi alla macchina da cucire, il tempo è volato. 
Finché un giorno ho deciso di trascurarle un pò le altre cose, meglio dire riorganizzarle e riprendere il filo del ricamo.

Tanti anni fa personalizzavo anche abbigliamento. Non avevo l'internet come oggi che mi dia tante idee, oggi è molto meglio e imparo cose nuove, ricamando.
Mi piace molto di più! 
Ed ecco.... è un pò di tempo che compro abbigliamento semplice per personalizzarlo con ricami; avevo trovato una camicetta molto semplice di cotone fra altre cosine che ho intenzione di personalizzare o modificare.
Ed eccola, dai primi lavori fino a quando è finita su me stessa :) Finalmente indosso qualcosa di personalizzato! 



 Le maniche non mi sono piaciute, avevo iniziato di ricamare il bordino con il punto automatico della macchina ma poi ho cambiato idea e ho voluto eliminare la parte tonda...la volevo piu' semplice!!!



Ed eccola: 






Notare le maniche, ora! Ho aggiunto un pò di elastico perché erano troppo larghe. :) 
Poi ho voluto una cintura dello stesso colore con il filato (rosso marroncino) e non l'ho trovata. Qualcuno sulla mia pagina Facebook mi ha dato pure l'idea del cordoncino che si usa in tappezzeria, e proverò ad abbinarlo. 
Frattempo sono molto soddisfatta!



Sono piccole soddisfazioni! 
Io cucio (no, non ho nozioni di sartoria , purtroppo!) accorcio pantaloni (spesso i Jeans), cucio gli orli, modifico qua e là, se non ricamo. Se un vecchio abito non mi piace più, diventa una maglietta, basta accorciarla. Se il tessuto me lo permette, la ricamo anche.  
Ogni piccola o grande cosa fatta da me è un mio bambino!























26 aprile 2014

Piccole grandi idee: la tenda.

      Più di 20 anni fa quando feci quel corso con una persona, ricamatrice con tanta esperienza nel ricamo a macchina, non immaginavo che un giorno arriverò a far conoscere i miei piccoli lavori al mondo intero; oggi mi rendo conto che questa possibilità dai nostri tempi aiuta tanto, è come se mostrassi me stessa attraverso piccole o grandi creazioni. Piccole grandi soddisfazioni.
    Il web aiuta a connettere il mondo a distanza, a condividere le passioni e a comunicare senza muoversi di casa, unisce persone con passioni comuni. Molto spesso aiuta a prendere spunto per nuove idee, a scoprire nuovi mondi della creazione. La creazione proprio non ha limiti! Parti da una piccola idea, a volte nemmeno tanto chiara e la sviluppi!....
      Il disegno è uno dei miei momenti di relax. Ho sempre avuto la libertà di scegliere i disegni e oggi il web è cosi vasto nel disegno che mi dà tante idee, oppure spunti per modificare disegni, spesso voglio qualcosa di diverso, un tocco personale. Adesso vorrei imparare a modificare disegni anche al computer….ma ancora sono una frana, ahaha….  :D 
Disegnare vuol dire perdere un po’ di tempo, ripetere o modificare dettagli, cancellare e rifare daccapo su altri fogli di carta.
     Anche questa tenda ricamata per una mia amica…



                      ..... è il suo tocco personale, oltre il disegno anche i colori dei fili (abbinati al suo bagno) sono scelti da lei stessa.....lei aveva visto un disegno di rose rosse sul web e l’ha colpita cosi tanto che fra decine di disegni mi meravigliavo di aver scelto solo quello. Come dicevo: basta una piccola idea, una propria immaginazione personale, e poi la sviluppi! Quel disegno l’ho integrato in un gioco fluido di fiocchi rosa, per non scurire troppo la tenda con quel rosso amaranto.
        Con la finalità del lavoro arriva poi la visualità della bellezza della creazione per intero. Lavorando vedi solo a pezzi. Cioè non ti rendi conto della bellezza di un lavoro che a pezzi. A pezzi posso essere anche scontenta. Intanto immagini il puzzle assemblato, immagini come verrà la finalità del ricamo... 
E' fantastica! 
Il tessuto è lino un pò fine e il ricamo un pochino pesa, si capisce dalla parte inferiore visibilmente piegata un pò, il ricamo pieno delle rose pesa. 

  
Il dettaglio del ricamo pieno delle rose. 

     
                  A presto con altri lavoretti! 

30 gennaio 2014

Pausa di lavoro....per colpa di un filato


Giorni di pioggia interminabile.....io che amo il sole!
La pioggia mi rende malinconica, specialmente in questi giorni mi manca la macchina da cucire 
più che mai.. 

Sono entrata nel nuovo anno con il pensiero al problema della macchina; erano tre mesi che non mi cuciva più il rayon, o meglio dire cuciva solo quando li pareva . 
Ho ricamato le tende con pause enormi, sono quasi finite manca pochissimo.
Una sera io e mio marito siamo andati vicino Firenze a portare in assistenza la macchina, senno mi lasciava tracce brutte nella fine del ricamo.... 
Comunque la pazienza, nel momento in cui la macchina si ferma più volte in un giorno l'avevo persa da un bel pò. 
Solo il rayon mi dà problemi. 
Sembra sia un filato che a tutte le macchine dia problemi, forse anche alle macchine ricamatrici da quello che mi dicono alcune persone. Io la ricamatrice non ce l'ho, quindi non posso fare paragoni. 
Sò che ci sono donne ricamatrici che hanno riscontrato questo problema comune del rayon nel ricamo a mano libera
ma per me è la prima volta che lo uso, quindi non me l'aspettavo.
E' un filato cosi finissimo....mentre il cotone cuce normale, ho fatto frattempo delle prove di filato
per capire.

Le prime prove.....







Io adoro i sottobicchieri sotto la tazzina di caffè! 

Sempre facendo prove di filati nella ricerca di capire cosa non va con la macchina, questo nella foto è un sottobicchiere ricamato con il cotone. 

Per Natale ho ricamato-e cucito- alcuni pensierini. 
sempre con filato di cotone:

Asciugamani con cifre ricamate a mano-macchina

Asciughino con una frase simpatica ricamata :))



Ho cucito a macchina un cestino porta-lavoro,
per un'appassionata di
lavoro a maglia



L'interno l'ho rinforzato con un tessuto rigido.


                                               Conclusione: il cotone lo cuce normalmente.
La cosa strana è che il filato di rayon si spezza raramente, è normale, è un filato finissimo, ma la macchina semplicemente si ferma come se i sensori non percepiscano più il filato e con il filato NON spezzato..
Tutte questi lavoretti prima di portare la macchina in assistenza mi hanno convinta che sia un problema di filato, forse di sensori, visto che il cotone lo lavora bene. Se lavora, quindi cuce, non è guasta. 
                         Però un problema c'è. Bisogna capire qual'è. 
Ho provato con la pulizia con aria compressa, un tempo è andata liscio poi tornata alle sue "bizze" . 

 Mi resta solo a sperare che torni preso a casa la mia macchina che mi manca tanto. La trovo quasi impotente adesso con le sue mille funzioni!....





31 ottobre 2013

Piccoli lavori



E' passato cosi tanto tempo dalla mia ultima "connessione" sul blog. 
Ora, senza allungarmi molto, condivido con voi le mie ultime creazioni. Attualmente sto lavorando alla seconda (l'ultima) tendina nominata "Rosso bordeux" per il bellissimo colore rosso bordeux.
Ecco una delle due tendine, finita.
La foto fa schifo, è vero....le tendine una volta finite renderanno meglio appese alla finestra. In questo caso la finestra del bagno di una mia amica.



Ecco anche piccoli lavori.... dopo una serie di piccoli (ma spessi) problemi con la macchina da cucire:




Sottobicchiere--oppure da mettere sotto tazza. 




Poi: 

L'inizio di un lavoro su lino colore panna, con filato di cotone di qualità, colore marrone. 

Dettaglio. 

Il lavoro procede

Il risultato....

Un centrino tutto all'intaglio. 


Alla prossima! 


9 maggio 2013

Tende...rosso bordeaux !


Eccomi dopo una bella pausa di una settimana, trascorsa meravigliosamente con i miei genitori, nel mio Paese, Romania, dove ho trascorso anche la Pasqua ortodossa in famiglia, il 5 maggio. 
Avevo nostalgia della magia delle nostre feste, specialmente della mia famiglia. 

Ho ritrovato il mio paesino di campagna, sopraffatta delle emozioni, la mia casa dove sono cresciuta, la mia strada dove ho trascorso la mia felice infanzia con i bimbi dei vicini di casa, la tranquillità, l'aria pulita, il cinguettare degli uccellini... 

E che bello ritrovare anche la mia stanzina dove c'è ancora la mia vecchia macchina da cucire davanti alla finestra-la quale x le emozioni mi sono dimenticata di fotografarla, eheheh...-, quella stanzina dove ricamando la giornata sembrava che passi lentamente, chiusa e seduta alla macchina spesso mi annoiava terribilmente, per la solitudine.
Oggi l'internet, la possibilità di condividere con il mondo le mie creazioni e perché no, anche i miei pensieri cambia moltissimo il mio stato d'animo.

Bene...basta ricordi ed emozioni!! Ora si lavora, hihihihiiii......

Prima di andare in vacanza, avevo iniziato le tende di lino color panna per la mia carissima amica. 
Lei ha scelto il filato rosso in tono con le piastrelle del suo bagno. Niente male, mi piace come viene! 
Le foto non riflettono bene la lucentezza del rayon, che si sposano bene con le piastrelle del bagno. 






L'angolo della tenda



Questo è solo l'inizio. Ora devo recuperare il tempo perso con le due influenze e la vacanza!! 
Alla prossima con le altre foto! 

25 aprile 2013

"C'è un premio per te!"

Un giorno, mi ero collegata al mio blog per aggiornarlo-a volte non mi collego per giorni e raramente mi capita di non aprire l'e-mail per leggere le notifiche; cosi mi era sfuggito un commento ad un mio post: 
"C'è un premio per te!"
Sono su Blogger da tempo e ho scritto sporadicamente prima di aprire questo blog, creativo e che mi dà vere soddisfazioni.  Del sistema di premiazione avevo letto qualcosa senza approfondire e non ero familiarizzata per bene...per cui sono andata di corsa nel blog di Patrizia, che mi ha nominata per il premio. Il suo blog è questo: 
Patrizia, ti ringrazio dal cuore! 
l suo blog creativo è fantastico, andate a trovarla! 



Il Liebster Awards-leggo-è il premio nato da un blogger tedesco, con l'obiettivo di riconoscere ad un blog la sua...amabilità, e il suo valore. 
Che, donarlo ad altri bloggers sia un gesto di apprezzamento per il loro lavoro e il loro blog. 


Tutto bene fin'ora. Ma....leggo che si dice, una volta ricevuto il premio si debba scegliere 11 blog (undici ?!) con meno di 200 followers a cui donare il premio..e questa cosa....è troppo forte per me!
Io ora esprimo solamente il mio pensiero personale, con tutto il rispetto per i blogger che amano questi premi, non giudico, ripeto, esprimo un mio pensiero personale. 

Per ringraziare Patrizia preferisco fare un post a modo mio, senza nominare i blog, seguo veramente tanti e non riuscirei a scegliere. Scegliere vuol dire mettere in ombra gli altri...e non mi sembra giusto. 
Il sistema di premiazione mi piacerebbe fosse un pò diverso. Più semplice. 
 E' vero che aiuta ad acquistare visibilità sul proprio blog, ma....

Davvero, tutti noi bloggers abbiamo bisogno di visibilità, però io personalmente preferisco lavorarci scrivendo, pubblicando le foto dei miei lavori.  Impegnandomi. 
Ho notato che con il blog va molto più lento, mentre una pagina creativa su Facebook acquista tantissima visibilità e tantissimi followers in poco tempo. 
Il fatto che la visibilità di un blog dipenda della frequenza di pubblicazione dei propri post trovo che non aiuti molto.  
Mentre un social network come Facebook non ha questo limite.  Nemmeno Google+ riesce a superare Facebook. 
E' la mia impressione personale. 

Però trovo molto più accattivante un blog, più ricco di colore e di pensieri personali che a me piace leggere per intuire la personalità che sta dietro al blog ..., altrimenti avrei lasciato perdere da tempo a favore della pagina Facebook. 
E' importante mettere anche qualcosa di noi stessi accanto al nostro impegno creativo., un'impronta personale che arricchisca il proprio blog. Dare il meglio di sè stesso, della tua immaginazione, in parole semplici.

Leggere tutti  i blog è un bel impegno...
Mi scuso quindi se non nomino nessuno dei blog che seguo. 
Io penso che un semplice commento sotto un proprio post è un riconoscimento, un apprezzamento sincero.
Mi fa più piacere socializzare sul blog, che sia una comunità che...comunica, che non corre per avere la visibilità migliore sul proprio post ma che venga apprezzato per il suo lavoro, dal cuore, in parole semplici. Per me è questo il premio più importante. 

Grazie di nuovo, Patrizia!