Chi sono/ Cine sunt

La mia foto

Io ricamo a mano libera con una semplice macchina da cucire. muovendo liberamente il telaio con le mie mani - quindi non è un ricamo automatico (anche perché NON è una macchina ricamatrice!!) . Questa tecnica viene nominata anche "a mano-macchina"; richiede molta manualità, concentrazione e pazienza ma sono una vera soddisfazione!  Si usa il punto dritto, NO zig-zag! 

E' una tecnica oggi poco conosciuta però già emersa nei tempi delle primissime macchine da cucire a pedali (io infatti ho iniziato con una macchina a pedali nel 1988) , si è persa nel tempo questa antica arte e oggi sta rinascendo insieme ad altri dimenticati mestieri di artigianato. Amo l'artigianato, l'handmade, tutto quello che le mani e la mente crea! Un po' cucio anche, ma il ricamo è la mia passione. 

 Mi trovate anche su Facebook sulla mia pagina, oppure sul mio blog "Perle di Ricamo" http://perlediricamo.blogspot.it/  )

 Le foto, i lavori e i post sono di mia proprietà.   Elena Lacusta. 



 


Chi sono. Il ricamo.


Mi chiamo Elena Lacusta, sono rumena e ho imparato a ricamare a macchina 24 ani fa, nel mio Paese. Mi aveva insegnato una donna, con la quale avevo fatto un corso, lei è una ricamatrice con tantissimi anni di esperienza. Mi ero trasferita addirittura da lei per 3 mesi (abitava in un'altra città), e nel tempo in cui non ricamava si occupava delle faccende della casa e mi cedeva la sua macchina spiegandomi le varie fasi di questa tecnica e io mi allenavo. 
Tutti i giorni. 
Tra quello che immaginavo io guardando affascinata come ricamava e quello che nella realtà scoprivo ogni giorno seduta alla macchina, c'era una differenza enorme....la trovavo difficile. 
Però.... mi affascinava....!
E' stata (e lo è ancora) la mia passione e ho lavorato poi, dopo mesi di allenamento a casa mia, su commissione nel mio Paese per 12 anni. 
Ho iniziato con una macchina antica, a pedale, "Ileana"-un marchio rumeno fabbricato a Cugir, dagli anni '60, con la quale mi trovavo a meraviglia, in 12 anni non ha mai ceduto. Solo la piccola pulizia ogni tanto. Ecco delle foto prese dal web: 
Macchina per cucire ILEANA, Romania, anni '60

Poi, per alcuni anni ho smesso di ricamare, ultimamente era da un po’ di tempo che pensavo di tornare al "mio" amato ricamo, rimandando sempre per diversi motivi personali.
    
Frattempo la mia vita è cambiata molto, ho trovato la mia anima gemella, mi sono trasferita e poi sposata a Livorno. Pian piano era arrivato il momento molto desiderato di riprendere tutto da capo, stavolta acquistando un'altra macchina da cucire, visto che la mia vecchiotta macchina è rimasta a casa dei miei genitori nel mio Paese.



ILEANA-dettaglio 


Il passaggio da una macchina da cucire antica (quindi molto più semplice) ad una elettronica mi ha un po’….sconvolta. Un pò me l'aspettavo. 
L’ho voluta elettronica perché è piu' facile da trasportare (abitiamo per ora in affitto e siamo predisposti a traslochi se si cambia casa) poi mi diverto anche a cucire, diverse cosine per me (no, non sono una sarta...peccato, eh!) e per la casa (tendine, ecc), usando i vari punti della macchina. 
Mi trovo benissimo anche se la mia nostalgia resta la macchina da cucire a pedale....

Per quanto riguarda la tecnica del ricamo ci sono tre tipi di ricamo:


  • 1)-a mano; 
  • 2)-a macchina per cucire normale (tecnica nominata ricamo "mano-macchina" oppure"ricamo a mano libera" come si legge nelle schede delle macchine da cucire), indifferente se è una macchina da cucire a pedale, meccanica oppure elettronica-quest'ultima basta che abbia l'opzione di ricamo a mano libera ;
  • 3)-a macchina automatica computerizzata (con software di ricamo, file, ecc ).

La mia tecnica è la seconda, a macchina per cucire normale (mano-macchina). 
Che sembra la meno conosciuta. 
Eppure è una tecnica antica, se guardiamo una vecchia foto della Singer, 
il ricamo a mano-macchina esisteva dai tempi della celebre Singer, sarei curiosa di sapere quando è nata di preciso, comunque quest'arte si è persa un pò, con il passare del tempo e oggi stanno tornando le tecniche antiche. 

Ecco qui la foto, con la vecchia Singer di una volta (molto romantica, vero?)
La donna muove il telaio con le mani e anche il pedale con i piedi. 
Una collaborazione fra mani, piedi e....testa :) 
Ricamo a mano libera, a macchina a pedale. 



Voglio chiarire un pò questa tecnica 
perché in tanti confondono il ricamo a macchina da cucire 
con quello alle macchine ricamatrici (programmabili)
che sono tutta un'altra cosa: quella macchina ricamatrice è tutta programmata, che fa il ricamo da sola, solo schiacciando un pulsante e parte da sola. 
Ricama da sola e non fai altro che seguirla che non faccia errori.  
Ritornando al ricamo dopo la lunga pausa, non me l'aspettavo a questa confusione, nemmeno all'attacco di certe persone che pensano di conoscerne questa arte, 
lasciando intendere che sia un ricamo artificiale rispetto al ricamo a mano,
che non sia manuale....eppure sempre di manualità si tratta! 
La diversità nel ambito dell'arte, sia che è ricamo a mano, a macchina per cucire o alle ricamatrici programmabili, bisogna rispettarla, 
imparare ad avere rispetto per quello che una persona ama e sa fare. 

Il ricamo a mano-macchina come aspetto è simile al ricamo a mano, ha lo stesso fascino, il calore, bellezza, ha diverse tecniche che ogni ricamatrice adopera come più gli piace e come più va bene. Si lavora  più veloce rispetto al ricamo a mano ma richiede comunque una pazienza particolare per la precisione, un'abilità particolare di mano per maneggiare il telaio sotto l'ago, è un lavoro impegnativo e chi lo ha provato dice che è il più difficile. 
A guardarlo sembra un ricamo troppo perfetto ma in realtà ha le sue piccole imperfezioni che gli danno valore, dentro il lavoro ci sono le nostre mani che muovono il telaio, 
 la nostra stanchezza per la concentrazione 
e tanta passione!

La differenza fra il ricamo a macchina a pedale e quella alla macchina elettronica da cucire è che premo solo il reostato (il pedale elettrico) con il piede per farla partire; la mia elettronica fa soltanto i piccoli punti decorativi, invece l'intaglio (la tecnica “Richelieu)-e altro-faccio io.  
NON uso il punto zig-zag, ma il punto di cucito dritto e..... sono libera di muovere il telaio.

Questo post è nato perché i domandano spesso: “ma che macchina è che fa questi ricami?” 

 Guardate, per capire il sistema di questo ricamo a mano-macchina, il mio video su You Tube.
Nel mio Paese, Romania, il ricamo mano-macchina (a me piace nominarlo "a mano libera" perché muovo liberamente il telaio sotto l'ago in movimento) , è molto conosciuto. 

Solo con l’allenamento, la determinazione, tanta passione (più una buona vista!) si arriva alla precisione del movimento manuale del telaio sotto l’ago. 

E tanta, tanta pazienza!........

I disegni me li faccio io, oppure li trovo sul web se sono free, molto spesso copio tutto quello che mi piace attorno a me, tante volte modifico x dare un tocco come più mi piace, a seconda della mia immaginazione e li trasferisco sul tessuto. 
Il "software" ?  L'immaginazione propria. :) 

Benvenuti sul mio blog!






10 commenti:

  1. caspita! io che ricamo a mano sono meravigliata da tanta precisione. Ti invio molto. Complimenti i tuoi lavori sono fantastici

    RispondiElimina
    Risposte
    1. ciao, gattalice! anche il ricamo a mano è un'arte meravigliosa. Hai un blog anche tu?
      Grazie per i complimenti, sei molto gentile. Elena.

      Elimina
  2. ciao ti seguo volentieri, e ti capisco, il ricamo a mano-macchina è difficilissimo, io sto imparando ora ma altro che pazienza... ho preso anche io una macchina che può farlo ma aiuto..... ci vuole una precisione unica!

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao!
      la mia macchina, sia quella vecchia che quella nuova non fa i ricami, sono macchine normali da cucire il unto dritto e uso solo questo punto.
      Si, questa è una tecnica difficile ma con determinazione e volontà tutto si può.
      Buon lavoro!

      Elimina
  3. Ciao Elena.De foarte mult timp caut sa fac unn curs de ricamo,dar nu gasesc.Locuiesc la Brescia.Am invatat sa brodez singura pentru ca imi place mult.Dar nu mi-e usor cand nu are cine iti explica.M-am bucurat mult cand am gasit instantaneu blogul tau.Sunt mandra de ceea ce faci,Dar sa trec la subiect.Eu am o masina de brodat Brother innovis v3.Am mai invatat eu cate ceva,dar ceea ce vreau sa invat,caci imi place foarte mult,este ricamo a intaglio.Te-as ruga mult si totodata ti-as multumi daca mi-ai putea explica catusi de putin cum se face.Scuza-ma ca nu am scris in italiana,dar nu stiu sa scriu asa bine din punct de vedere gramatical.Multe salutari si numai bine(si multe realizari in ceea ce faci).iti las emailul meu in cazul in care vrei sa-mi raspunzi

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Carmen, iti lasasem mailul meu dar nu am primit nimic. Daca esti pe facebook, ma gasesti acolo si poate putem vorbi.
      Oricum sper ca ai inteles din blogul meu ca eu nu detin o masina de brodat ci brodez cu masina de cusut cu punctul drept. Asa ca nu stiu cum se procedeaza cu masinile de brodat. Pe curand! Elena.

      Elimina
  4. Ciao Elena, la tua Ileana è la copia della famosa Necchi. Non so dirti ora che modello esatto, ma le trovi anche qui in Italia . Per il ricamo a Mano Macchina , i primi trattati in Italiano di mia conoscenza risalgono al 1904, ma Singer è nata nel 1853 ed erano tutte macchine a manovella. Poco più avanti nacquero le macchine a pedale, quindi già verso la fine dell'800 si ricamava a mano macchina. Un abbraccio .

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Ciao, Marina!
      Grazie, come dicevo ero proprio curiosa di sapere quando è nata questa tecnica di ricamo.

      Per quanto riguarda la copia dell'Ileana non mi meraviglia, oggi non sò se esiste un marchio rumeno più moderno cosi ottimo , di fabbricazione recente, cmq a quel tempo era ottima Ileana, lo è ancora.
      Un abbraccio anche a te!

      Elimina
  5. Ciao Elena sono dei lavori veramente meravigliosi sarà che il mio primo amore è stato l'intaglio però quello eseguito a mano.In seguito mi sono dedicata ad altre tecniche ,tra poco pubblicherò anche io dei lavori sul mio rudimentale blog.

    RispondiElimina
    Risposte
    1. Benvenuta , e grazie! Ti verrò a trovare nel tuo blog. :)

      Elimina

Ciao! Mi fa piacere conoscere la tua opinione!
***Elena. (Perle Di Ric@mo)***